Ecco cosa è accaduto al One Block Down “One-Day Basketball Shooting Tournament”
Inside Store Banner
Ieri notte Kawhi Leonard ha messo a segno una delle triple più emozionanti e spettacolari della storia della NBA, ma anche noi siamo riusciti a provare qualcosa di simile lo scorso venerdì, durante il primo One Block Down “One-Day Basketball Shooting Tournament”.
 
8.600 sono state le domande di iscrizione, raccolte in meno di 24 ore, e più di 1.200 partecipanti si sono radunati presso il centro sportivo “Forza e Coraggio” con un solo obiettivo: mettere a segno il tiro da 3 che gli avrebbe permesso l’accesso all’acquisto dell’esclusiva Travis Scott x Air Jordan I High OG.
 
Allo fine della mattinata, solo 82 sono riusciti nell’impresa, che per loro valeva più di qualsiasi finale.
 
A farla da padrona questa volta però non ci sono state solo le sneaker, ma anche le persone. Tra silhouette esclusive, gear che neanche i migliori giocatori professionisti, tecniche di tiro e preparazione da far invidia a Ray Allen e Reggie Miller, questo esclusivissimo evento è riuscito ad far confluire una passione in tifo corale, nella speranza di gruppo di vedere i propri amici – ma anche sconosciuto – farcela; l’evento ci ha riportati indietro nel tempo, a quando una sneaker non era solo un’oggetto ma un vero e proprio aggregatore.
 
Un dj set esclusivo, la possibilità di ammirare la silhouette in anteprima – corredata dal suo apparel – e un buffet carico di donuts e caffè americano, per caricare di energia gli “atleti” presenti, hanno fatto da cornice all’evento.

Il One Block Down “One-Day Basketball Shooting Tournament” ha fissato così un precedente senza eguali, creando una nuova formula di release: sicuramente più equa ed accattivante, ma soprattutto in grado di far emergere uno spirito di coesione e divertimento di gruppo che è poi alla base della sneaker culture.