Bassi Maestro racconta NoLo: un viaggio musicale nel tempo e nello spazio

NoLo – o North of Loreto – è un quartiere che, grazie a una rivoluzione partita “dal basso”, sta diventando un interessante punto di riferimento artistico e sociale per Milano.
Bassi Maestro, da tempo legato a questo quartiere, ha deciso d’intitolare proprio così il suo nuovo progetto, North of Loreto. Giovedì scorso, presso il Tunnel 15 bis, si è tenuta la presentazione del disco e noi di IOBI eravamo presenti in prima fila.

Ph Francesco Caracciolo

La location, allestita appositamente per l’evento, ha un significato particolare per Bassi: sorge proprio alle spalle del locale che nel 1995 accolse la sua prima esibizione nella metropoli, il Tunnel. Situato sotto la struttura che sorregge le numerose rotaie che partono da stazione centrale, l’ambiente è stato arricchito con la mostra fotografica di Fabio Pinna.

Ma passiamo al disco: North of Loreto non è un album rap – ne tanto meno trap o house -, è un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso un genere che l’artista ha sempre seguito ma che poco spesso ha tributato nelle sue produzioni. Il disco ha il sapore di anni ’80 e di tutta una serie di sonorità black che hanno tanto influenzato il mondo della musica hip hop e pop nei decenni a venire. Come afferma Bassi stesso, questo non è per lui un rinnegare il suo passato, ma fare un passo avanti – “non ho messo alle spalle quello che c’era prima, per me è un 2.0, qui c’è dentro tutto il mio mondo musicale”.

Ph Francesco Caracciolo

NoLo, appare come un disco differente da quello a cui siamo abituati. Ma la cosa più bella sta nel vedere un artista del calibro di Bassi Maestro reinventarsi con la volontà di – con le sue parole – “rimettersi in gioco con l’entusiasmo di fare una cosa nuova che non hai ancora fatto”.
North of Loreto è influenzato da una serie di artisti di notevole importanza, tra tutti spiccano Prince, Janet Jackson, Alexander O’Neil, Jimmy Jam, Terry Lewis e Michael Jackson – che Bassi ha voluto ricordare inserendo come bonus track dell’album uno speciale remix di “Rock With You”.

Ph Francesco Caracciolo

L’album utilizza molti effetti e strumenti tipici del decennio anni ’80 e si discosta molto da ciò che Bassi ha creato nella sua carriera. “L’unico modo di traghettarmi in maniera dignitosa dalla carriera di beat maker con i sample a un disco tutto suonato, era fare tutto da solo”. Un progetto pensato e realizzato in maniera indipendente e – ci tiene a sottolineare – vocoder sì, autotune no!

Nell’album spiccano collaborazioni di rilievo, come Domino e Saucy Lady – straight from California – o Veezo e Ghemon – talenti simbolo del Made In Italy. Sicuramente il live è un’esperienza da non perdere se si vuole apprezzare a pieno il lavoro, infatti Bassi Maestro afferma che “quando si vede il live, si riesce a entrare nel disco in maniera molto più rilassata e immersiva”.

Non lo avete ancora ascoltato? Ecco qui di seguito il link per ascoltare North of Loreto su Spotify!

Ph Francesco Caracciolo