Everything Old is New Again: il progetto Converse Renew all’East Market

Il settore della moda e del tessile rappresenta, ad oggi, la seconda industria più inquinante del mondo. I dati sono allarmanti: il portale The Business of Fashion e la società di analisi McKinsey & Company, nel loro ultimo report, ci mostrano infatti una situazione preoccupante, per giunta in costante crescita. Su un pianeta popolato da circa 7,6 miliardi di persone, nel 2017 sono stati venduti 154 miliardi capi d’abbigliamento; per una produzione così ampia, l’impiego di sostanze nocive per le persone e soprattutto l’ambiente è in costante aumento.

 

Per far fronte a questo disastro ambientale, il 23 agosto 2019 trentadue tra le società più importanti della fashion industry hanno siglato un nuovo patto, denominato “Fashion Pact”, voluto dal presidente francese Emmanuel Macron.

In prima linea come sempre troviamo Nike Inc. e Converse: quest’ultima ha già mosso i suoi primi passi per un mondo della moda più sostenibile, con il progetto Converse Renew: ora le iconiche silhouette americane come la Chuck Taylor All-Star e la Chuck 70 vengono prodotte in poliestere 100% riciclato, ricavato da bottiglie di plastica usate. Questo nuovo filato, denominato rPET, è stato sviluppato per imitare al meglio la famosa tela di cotone che ha da sempre contraddistinto le sneakers.

Per celebrare e presentarci la collezione, il brand ha organizzato un private event esclusivo nel tempio meneghino del vintage, l’East Market.
Tra finger food, bevande artigianali e tanto sano divertimento, il leitmotiv era uno e uno solo: no agli sprechi, sì al riciclo.

Un modo semplice e nuovo per sensibilizzare sempre più le persone ad esprimere se stesse, attraverso sneakers e capi prodotti senza danneggiare il nostro pianeta, che con sempre più veemenza si sta ribellando ai nostri stupri.
Perché alla fine siamo noi che dobbiamo tutelarlo, il cambiamento parte dal basso, parte da quello che ciascuno di noi può fare, soprattutto nel suo piccolo.

Il motto da tenere a mente è uno e uno soltanto: “There’s always a way to renew what we do”!