Off-White x Converse: le scarpe come la tavola

Off-White x Converse: l’incontro di due passioni

Alle porte di Milano, nella periferia sud est, un ragazzino introverso ma con una grande passione per lo skate, la musica punk hardcore l’abbigliamento streetwear, vive con con sua madre.
Una relazione apparentemente difficile, come in ogni famiglia, dove un teenager cresce senza papà.
Una mattina all’alba, prima di uscire per andare al lavoro, la mamma lascia pochi spicci sul tavolo al figlio e un sacchetto con dentro le scarpe.
Il ragazzino appena sveglio va in cucina e  subito sbuffa, perché i soldi lasciati dalla mamma sono pochi,ma inciampa su un pacchetto e quando realizza che le scarpe nuove sono per lui le indossa subito, vagando per la casa senza più togliersele.
Nota che la scarpa è molto strutturata e impazzisce per l’intersuola, che è doppia, quindi si consumerà molto meno rispetto alle altre Chuck Taylor che ha usato prima. Inizia a guardare dei video di skate e dei magazine contemporaneamente, ma non ci sta più nelle pelle.
La voglia di andare a skateare e di provare la scarpa nuova è troppa, chiama il suo migliore amico ed esce di casa per dirigersi nel suo spot preferito.
Prima di arrivare allo spot ruba un carrello.
Iniziano le scorribande nei quartieri della periferia di Milano, la scarpa ormai è parte di lui ma per viverla deve provarla. Si lancia giù dal carrello e inizia a spingersi fino all’arrivo dello spot dove inizia a skateare lungo i muretti, e a sentire l’attrito che c’è tra lui e la scarpa.
Dopo ore e ore di skate la scarpa è un pò consumata, sporca ma vissuta, parte integrante delle sue giornate.
Le scarpe diventano come la tavola, non è più un oggetto esterno ma parte di te.
Total
37
Shares