StockX, ecco a cosa è dovuto l’aumento delle tasse
adidas_Ozweego_Header

Dopo la perdita di dati sensibili accaduta una settimana fa, arrivano altre cattive notizie per gli utenti di StockX. A causa di nuove tasse per le importazioni negli Stati Uniti gli affari del noto marketplace si complicheranno.

A tutti i prodotti in vendita con un valore superiore ai $800 (€714 oggi) verrà applicato un dazio del 15%, ben visibile nel momento in cui viene fatta una ask. Questa percentuale è causata dall’aumento dei dazi sulle importazioni ed esportazioni negli Stati Uniti: tutti i beni con valore pari o superiore ai $800 saranno considerati prodotti di lusso e saranno soggetti a dazi del 10-20% del loro valore.

L’aggiunta di questa tassa è stata dunque una scelta obbligata per il marketplace che, entro i mesi invernali provvederà a trovare una soluzione.

Come influenzerà questa tassa il mercato? 

Essendosi abbassati i payout degli utenti è previsto un conseguente aumento dei prezzi di vendita. Questo fino a quando il centro di smistamento di StockX rimarrà situato nel Regno Unito.

Restate aggiornati con noi per scoprire come reagirà il marketplace a questo cambiamento.